Pagare l'imposta su pubblicità e affissioni - Comune di Argelato

SERVIZI E INFO | Tributi locali | Pagare l'imposta su pubblicità e affissioni - Comune di Argelato

Pagare l'Imposta Pubblicità e Diritti su Pubbliche Affissioni

L'imposta di pubblicità è dovuta da chiunque effettui la pubblicità nel territorio del Comune di Argelato, tramite:
insegne, fregi, cartelli, targhe, stendardi, striscioni, tele, tende, ombrelloni o altri mezzi similari nonchè le pubblicità effettuate a mezzo di proiezioni luminose o cinematografiche, con veicoli pubblicitari, con veicoli in genere, adibiti ad uso pubblico o privato o per trasporti di merci con aeromobili in forma ambulante e a mezzo di apparecchi sonori.
I titolari degli impianti pubblicitari attraverso cui viene diffuso il messaggio pubblicitario  dovrà corrispondere l'imposta di pubblicità.
E' obbligato in solido al pagamento del tributo, il soggetto che produce o vende la merce o fornisce i servizi pubblicizzati.
L'imposta di pubblicità è commisurata alla superficie del mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero di messaggi contenuti, ma non è dovuta per le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l'attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati.

Qualora la pubblicità venga effettuata per un periodo superiore ai 90 giorni, trattasi di pubblicità permanente e pertanto l'imposta è annuale; per periodi pari o inferiori a 90 giorni la pubblicità è temporanea ed il pagamento viene effettuato calcolando per ogni mese 1/10 dell'imposta annuale.

Il servizio delle pubbliche affissioni garantisce in maniera specifica l'affissione, a cura del Comune ed in appositi impianti a ciò destinati, di manifesti di qualunque materiale contenenti comunicazioni aventi finalità istituzionali, sociali o commerciali.
Chiunque richieda tale servizio è obbligato al pagamento del diritto sulle pubbliche affissioni

Cosa fare
Al fine di poter effettuare la pubblicità con i mezzi sopra descritti, è necessario presentare al Comune di Argelato apposita richiesta di AUTORIZZAZIONE.
Autorizzazione.
La richiesta di autorizzazione va presentata al Servizio Edilizia Privata o, in alternativa all'Urp.
La richiesta dovrà essere firmata da un tecnico abilitato e deve contenere:
- L'indicazione delle generalità, della residenza o domicilio legale e del codice fiscale del richiedente;
- L'ubicazione esatta del luogo ove si intende  installare l'impianto (stralcio aerofotogrammetrico) e planimetria in scala adeguata con indicate le distanze dalla strada;
- La descrizione dell'impianto, corredata dalla documentazione tecnica, in triplice copia, con indicazione dei materiali utilizzati del colore (dovrà essere allegata la cartella colore), del disegno illustrativo nonchè di idonea documentazione fotografica dalla quale si evinca il contesto in cui sarà inserito il mezzo pubblicitario;
- Elaborato grafico o relazione sui sistemi di supporto e ancoraggio ed eventuale verifica di stabilita se è necessaria;
- La dichiarazione di conoscere e sottostare a tutte le condizioni contenute nel presente Piano;
- Lo stralcio del presente Piano;
- Dichiarazione di inizio lavori ed indicazione dei tempi di esecuzione.
 
Se l'impianto deve essere installato su strade la cui proprietà sia di un Ente diverso dal Comune, dovrà essere attestata, mediante nulla osta, la disponibilità dell'Ente proprietario.
Il Comune di Argelato, a seguito e a completamento dell'istruttoria, potrà definire il procedimento con:
1. Autorizzazione semplice per gli impianti da installare in zona non vincolata;
2. Atto complesso costituito dall'autorizzazione di cui sub 1) e dal consenso della Soprintendenza per le installazioni da realizzare su immobili vincolati ex legge 1089/39 o su aree prospicienti ad essi;
3. Atto complesso costituito dall'autorizzazione di cui sub 1) e da decreto sindacale ex art.14 legge 1497/39 per le installazioni da realizzare su aree vincolate ex legge 1497/39;
4. Atto complesso costituito dall'autorizzazione di cui sub 1) e dalla presa d'atto dell'avvenuta applicazione della sanzione ex art.15 della legga 1497/39 da parte del Servizio Polizia Amministrativa;
5. Diniego debitamente motivato;
6. Silenzio della Pubblica Amministrazione per decorrenza del termine di giorni 60 dalla presentazione della domanda per il caso sub 1) e dal perfezionamento degli altri elementi necessari nel caso di atti complessi ex legge 241/90 e successive modifiche ed integrazioni.
L'ufficio competente, entro i sessanta giorni successivi (previo parere del Comando di Polizia Municipale), concede o nega l'autorizzazione.
 
Obblighi del titolare dell'autorizzazione
L'installazione del mezzo pubblicitario deve avvenire, a pena di decadenza, entro il termine di centottanta giorni dalla data di notifica dell'autorizzazione.
Il titolare dell'autorizzazione ha l'obbligo di:
- Verificare periodicamente il buono stato dell'impianto pubblicitario;
- Effettuare tutti gli interventi necessari per il mantenimento delle condizioni di sicurezza;
- Adempiere, nei termini prescritti, a tutte le disposizioni impartite dal Comune, sia al momento del rilascio della autorizzazione sia successivamente, a seguito di intervenute e motivate esigenze;
- Provvedere alla rimozione di quanto installato in caso di rinuncia, scadenza, decadenza o revoca dell'autorizzazione, ovvero a seguito di motivata richiesta da parte del Comune;
- Dichiarare i propri impianti entro il 31 gennaio di ogni anno, ai fini della corresponsione dei canoni;
- Stipulare apposita polizza assicurativa R.C.
Tali disposizioni si applicano anche nel caso in cui l'installazione sia avvenuta per silenzio - assenso.
Su ogni cartello o mezzo pubblicitario autorizzato dovrà essere saldamente fissata, a cura e spese del titolare dell'autorizzazione, una targhetta metallica, posta in posizione facilmente accessibile, sulla quale sono riportati, con caratteri incisi, i seguenti dati:
a) amministrazione rilasciante
b) soggetto titolare
c) numero dell'autorizzazione
La targhetta deve essere sostituita od aggiornata ad ogni rinnovo dell'autorizzazione ed ogni qualvolta intervenga una variazione di uno dei dati su di essa riportati.
 
Durata dell'autorizzazione
Salvo diversa indicazione l'autorizzazione all'installazione di cartelli o di mezzi pubblicitari permanenti ha validità per un periodo di 3 anni ed è rinnovabile per lo stesso periodo, come previsto dall'Art.53 comma 6 del regolamento di esecuzione D.P.R.495/92 e successive modifiche.
 
Rinnovo
La domanda di rinnovo (dopo tre anni) deve essere presentata, con le medesime modalità della prima istanza (se vengono apportate modifiche all'impianto, altrimenti è sufficiente una semplice dichiarazione con allegata una foto dell'impianto in oggetto), 60 giorni prima della scadenza.
Il rinnovo ha luogo mediante vidimazione sull'atto originale.
La mancata presentazione dell'istanza di rinnovo, entro il termine di scadenza dell'autorizzazione, produce l'effetto della rinunzia al rinnovo.
 
Cessazione dell'autorizzazione
L'autorizzazione può essere annullata prima dei 3 anni per:
- motivi di interesse pubblico legati alla realizzazione di interventi pubblici sul territorio incompatibili con la permanenza dell'impianto;
- inadempimento degli obblighi da parte del titolare dell'autorizzazione;
- mancata corresponsione del canone annuale;
- rinuncia espressa, con documentazione della rimozione dell'impianto e riconsegna del titolo in originale;
- mancata esposizione del messaggio pubblicitario per 12 mesi.

PUBBLICITA' PERMANENTE
Documentazione da presentare:

Deve essere presentata apposita denuncia su modulo prestampato  alla ditta ICA Srl - Imposte Comunali Affini, Viale Italia n. 136, 19124 - La Spezia. Tel. 0187/57521, Fax 0187/509266, che gestirà l'attività sul territorio del Comune fino al 2016.

 

 scarica il modulo per la dichiarazione dell'esposizione pubblicitaria

 

La denuncia va presentata prima di dare inizio alla pubblicità ed ha effetto anche per gli anni successivi qualora non intervengano variazioni.
Invece, nel caso in cui si verifichino variazioni nei dati denunciati occorre presentare denuncia di variazione, mentre in caso di cessazione della pubblicità occorre presentare apposita denuncia di cessazione entro il 31 gennaio di ogni anno.

Pagamento dell'imposta
Il pagamento dell'imposta di pubblicità va effettuato tramite versamento sul i conto corrente postale 260190 intestato a Ica s.r.l.
Il pagamento deve avvenire:
a) per le nuove denunce contestualmente alla presentazione della dichiarazione;
b) per la pubblicità annuale rinnovata, entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento.
L'imposta di pubblicità annuale può essere rateizzata in 4 rate trimestre anticipate se l'importo è superiore ad  Euro 1.549,37 (lire 3.000.000).
Per la pubblicità temporanea e quindi relativa a periodi inferiori all'anno solare, l'imposta va corrisposta in un'unica soluzione al momento della presentazione della presentazione della domanda.

PUBBLICITA' TEMPORANEA E PUBBLICHE AFFISSIONI
Documentazione da presentare

Deve essere presentata apposita richiesta scritta, anche in carta semplice, al referente della ditta Ica s.r.l. per il servizio affissioni nel Comune di Argelato.
In particolare per le pubbliche affissioni, le richieste devono specificare il titolo preciso del manifesto, la quantità e il formato dei manifesti da affiggere, la data di affissione e la durata.
Pagamento dell'imposta e dei diritti
Il pagamento dei diritti va effettuato prima dell'affissione, al momento della presentazione della richiesta.

Referenti Specifici:
Agenzia Recapiti Villa Beatrice (Rag. Venturelli Massimo)
Via F.lli Gnudi, 41 - ARGELATO
Tel. 051-893358 Cell. 338-1080906

Ed in particolare
Consiglio: Prima di procedere alla stampa dei manifesti è necessario verificare la disponibilità degli spazi pubblicitari.

Il nostro obiettivo
- Rilasciare l'autorizzazione entro i tempi di legge
- Effettuare un controllo periodico sull'operato del gestore del servizio.


Delibera di Giunta n. 3 del 08.01.2019:
Approvazione tariffe dell'imposta sulla pubblicità e diritti pubbliche affissioni. Anno 2019. (link al testo)

Delibera di Consiglio n. 94 del 28.12.2005:
MODIFICA AL REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E  DEI DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI. (link al testo)
ALLEGATO REGOLAMENTO (link al testo)
VADEMECUM (link al testo)

Dove rivolgersi

Pubblicato il 
Aggiornato il