Alluvione: aggiornamenti e informazioni utili - Comune di Argelato

archivio notizie - Comune di Argelato

Alluvione: aggiornamenti e informazioni utili

 
Alluvione: aggiornamenti e informazioni utili

PUBBLICATI I BANDI PER LE DOMANDE DI PRIMO RISARCIMENTO

AGGIORNAMENTO DEL 6 AGOSTO 2019

Sono stati pubblicati i bandi che consentiranno a tutti coloro che hanno subìto danni a seguito dell’alluvione del 2 febbraio di chiedere i primi risarcimenti.
Attraverso il contributo statale sarà possibile beneficiare di anticipi del valore massimo di 5.000 euro per le abitazioni principali e di massimo 20.000 euro per le attività produttive. Con un contributo aggiuntivo stanziato dalla Regione Emilia Romagna sarà poi possibile accedere ad un risarcimento ulteriore per i danni subìti a beni mobili registrati fino a 25.000 euro (es. automobile, motociclo) ed a pertinenze esterne (fino a 3.000 euro), aree cortilive (fino a 1.000 euro) e per il rimborso di spese di pulizia sostenute nell’immediatezza dell’evento (fino a 1.500 euro).

MODULI
Sono dunque disponibili tre diversi moduli, da compilare a seconda del danno subìto:

  • per il contributo statale sono disponibili il Modulo B di domanda di richiesta del contributo statale per i danni subìti dai soggetti privati ed il Modulo C di domanda di richiesta del contributo statale per i danni subìti dalle attività economiche produttive. In allegato sono presenti i suddetti moduli e la relativa documentazione accessoria. 
  • per il contributo regionale è disponibile la domanda di richiesta del contributo regionale per i danni subìti a beni mobili registrati, alle pertinenze, alle aree esterne e cortilive e per le spese di pulizia da fango e detriti. In allegato è presente il modulo e la relativa documentazione accessoria. 

Sarà possibile presentare le domande, debitamente compilate e corredate dai documenti necessari, entro il 30 settembre prossimo, consegnandole allo sportello dedicato o inviandole via pec all’indirizzo comune.argelato@cert.provincia.bo.it.

Si consiglia di consegnare la domanda presso lo sportello dedicato, dove i tecnici effettuano un'immediata verifica sulla completezza dei documenti compilati, necessari alla richiesta di primo risarcimento.
Tutta la documentazione informativa è reperibile nei documenti allegati alla presente notizia e nel sito della Protezione Civile Regionale. E' possibile ritirare copie cartacee dei moduli predisposti per le richieste di contributo presso il piano terra dell’Ufficio Tecnico.

SPORTELLO DEDICATO
A partire da lunedi 19 agosto e fino al 30 settembre 2019 sarà allestito uno sportello dedicato al piano terra della palazzina dell’ufficio tecnico per la consegna delle domande.
Lo sportello sarà attivo nei seguenti orari: DAL LUNEDI AL SABATO DALLE 9.00 ALLE 13.00.

AGGIORNAMENTI PRECEDENTI: 

AGGIORNAMENTO DEL 5 LUGLIO 2019
Procede il percorso che porterà al riconoscimento dei primi risarcimenti a privati ed aziende colpite dall’alluvione del 2 febbraio scorso.
Il Consiglio dei Ministri ha deliberato in data 27 giugno 2019 lo stanziamento dei fondi  nel limite di 5000 euro alle abitazioni principali e 20.000 alle attività produttive, allo stesso tempo la Regione Emilia Romagna sta lavorando per integrare le risorse che consentiranno un risarcimento anche su beni mobili registrati e pertinenze (es.garage).
Ora si attende la pubblicazione dell’ordinanza del capo nazionale di Protezione Civile, che aprirà la fase più operativa. Non appena saranno definiti i criteri di concessione dei contributi e i tempi e i modi per la presentazione delle domande sarà cura dell’Amministrazione, che sta seguendo direttamente ogni fase insieme ai tecnici regionali, informare tutti i cittadini colpiti.
La notizia completa sul sito della Regione

AGGIORNAMENTO DEL 3 GIUGNO 2019
Non è in distribuzione nessun nuovo modulo
In merito all'articolo pubblicato oggi sul Il Resto del Carlino si precisa che non è in distribuzione nessuna "nuova modulistica per ricevere un acconto dei danni". Come indicato nella lettera inviata a tutti i cittadini colpiti e consultabile in allegato non è necessario che i cittadini oggi presentino alcuna ulteriore dichiarazione. Le dichiarazioni di prima ricognizione del danno già presentate da cittadini e imprese colpiti dall'alluvione sono state trasmesse alla Regione e sarà una prossima deliberazione del Consiglio dei Ministri ad aprire ufficialmente la fase di risarcimenti ai privati. Precisiamo che qualsiasi indicazione rispetto alle future pratiche da presentare sarà comunicata direttamente dall'Amministrazione del Comune di Argelato agli interessati.
Conto corrente dedicato: saldo e destinazione
Il conto corrente dedicato e ancora attivo, intestato a COMUNE DI ARGELATO e aperto presso Emibanca (filiale di Argelato), alla data del 27 maggio 2019 ha un saldo pari a 5.760,54 euro. Tutti i fondi raccolti, alla chiusura del conto corrente, saranno destinati ad un contributo straordinario per le famiglie in particolare situazione di disagio economico che sono state colpite dall'alluvione, tramite i Servizi Sociali del Comune di Argelato. Di questi contributi, pur nel rispetto della privacy come previsto per legge, verrà data pubblica rendicontazione.

LETTERA AI CITTADINI 
Gli aggiornamenti circa lo stato di avanzamento dell'iter per lo stanziamento delle risorse, sono presenti nella lettere inviata il 24/4/2019 a tutti i cittadini di Argelato colpiti dall'alluvione del 2 febbraio 2019.

ALLUVIONE DEL 2 FEBBRAIO 2019: INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI
Gentilissimi, A fronte delle numerose richieste di informazione e chiarimento pervenute a questa Amministrazione Comunale, inviamo alcuni aggiornamenti circa lo stato di avanzamento del percorso che porterà al risarcimento di cittadini e imprese colpite dall’alluvione del 2 febbraio scorso:
- Il giorno 20 marzo il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza nazionale e, come la norma prevede, da quella data ha preso il via l'iter per lo stanziamento di risorse economiche per il riconoscimento dei risarcimenti.

- Il giorno 17 aprile, con Ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile, sono stati stanziati 4,4 milioni di euro per fronteggiare le più urgenti necessità (criticità più urgenti aperte in tutta la regione dal maltempo di inizio febbraio) tra cui, ad esempio, la ricostruzione dell'argine del Reno a Castel Maggiore, le spese di ripristino della viabilità etc. La stessa ordinanza prevede che vengano effettuate e inviate al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile  le ricognizioni dei danni a privati e imprese, che serviranno a stanziare i fondi per i contributi di immediato sostegno alla popolazione. 
Poiché ad Argelato abbiamo effettuato questa ricognizione nei giorni immediatamente successivi all’alluvione non è necessario che i cittadini oggi presentino alcuna ulteriore dichiarazione. La documentazione, già in nostro possesso, sarà tempestivamente trasmessa, così da mettere il Consiglio dei Ministri nelle condizioni di deliberare il prima possibile i fondi per far partire i risarcimenti iniziali.

Per “risarcimento iniziale” si intende lo stanziamento di primi contributi fino a 5 mila euro per le abitazioni principali e 20 mila per le attività economiche e produttive. A questo primo stanziamento, stabilito dalla procedura nazionale, dovrà poi seguirne uno successivo a saldo dei risarcimenti ammissibili.
La Regione Emilia Romagna si è impegnata a stanziare risorse aggiuntive per beni mobili registrati (auto, moto) e pertinenze (es.garage). Il Comune di Argelato ha stanziato circa 130.000 euro come contributo straordinario destinato ai cittadini e le imprese colpite dall’alluvione, finalizzato al pagamento della TARI 2019.  A tutti gli interessati verrà a breve inviata apposita comunicazione.
Il percorso che porterà al risarcimento dei danni è dunque avviato, pur richiedendo tempi inevitabilmente lunghi legati alle procedure di legge previste in questi casi.
Sarà nostra cura contattarvi direttamente per comunicare, non appena si aprirà la fase di presentazione delle richieste di risarcimento, ogni informazione e dettaglio che vi sarà utile e sarà allestito in Comune un ufficio per l'assistenza a cittadini e imprese.

Ricordiamo, in attesa che ci vengano fornite indicazioni più dettagliate, l’importanza di documentare sempre con fatture, o ricevute fiscali intestate, le spese sostenute in conseguenza dei danni subìti.
I nostri uffici rimangono sempre a disposizione per ulteriori necessità di informazione e assistenza,
l'Amministrazione Comunale

CONTRIBUTO STRAORDINARIO E IMPOSTE MUNICIPALI
L'amministrazione Comunale, con deliberazione consiliare del 3 aprile 2019, ha approvato un provvedimento che prevede la concessione di contributi straordinari a beneficio dei soggetti che hanno presentato l’autocertificazione di ricognizione dei danni e tenuti al versamento della Tassa sui rifiuti, iscritti pertanto nella banca dati del servizio tributi. 
Preso atto della dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri nella seduta del 20 marzo e vista l’intenzione dell’Amministrazione Comunale di sostenere con ogni misura possibile le persone e operatori economici che hanno subìto danni, si è deliberato di concedere un contributo straordinario commisurato all’entità della tassa sui rifiuti (TARI) dovuta per l’anno di imposta 2019. 
I cittadini e le imprese coinvolte nel provvedimento verranno informate ufficialmente tramite apposita comunicazione.
Relativamente all'IMU ed alla TASI il Comune potrebbe procedere ad un rinvio delle scadenze solo a seguito di apposito decreto ministeriale, anche sulla base della dichiarazione di emergenza nazionale. 
L'Amministrazione Comunale, attraverso la Regione Emilia Romagna, ha già provveduto a richiedere al Governo l'attuazione di tale disposizione con apposito decreto.

CONTO CORRENTE DEDICATO
Informiamo tutti coloro che hanno manifestato la volontà di supportare con un contributo solidale l'emergenza alluvione, che è ancora attivo il conto corrente dedicato, intestato a COMUNE DI ARGELATO e aperto presso Emibanca, filiale di Argelato. 
Nell'immagine a fianco sono presenti i dettagli e l'iban del conto corrente.

DICHIARAZIONE STATO DI EMERGENZA NAZIONALE
Il Consiglio dei Ministri del 20 marzo 2019 ha deliberato la dichiarazione di Stato di Emergenza Nazionale per gli eventi verificatisi nel mese di febbraio 2019 nei territori delle Province di Bologna, di Modena, di Parma, di Piacenza e di Reggio Emilia (tra cui l'alluvione che ha colpito Argelato in data 2 febbraio). 
Prossimamente, come indicato nel testo della deliberazione, si attende l'ordinanza del Capo del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile che aprirà la fase di attribuzione delle risorse per i risarcimenti a cittadini e imprese. 
Clicca qui per leggere il testo della deliberazione.


Immagini
Fondo alluvione 2 febbraio 2019 Punto di assistenza e informazioni utili
Pubblicato il 
Aggiornato il